Drammatico /

giovedì 15 febbraio ore 21:00
venerdì 16 febbraio ore 21:00
sabato 17 febbraio ore 18:00 - EN
sabato 17 febbraio ore 21:00
domenica 18 febbraio ore 17:30
lunedì 19 febbraio ore 18:00
lmartedì 20 febbraio ore 20:30
mercoledì 21 febbraio ore 18:00

Regista

Martin McDonagh

giovedì 15 nell’ambito della rassegna dedicata alle donne, il film sarà introdotto da una presentazione e alla fine verrà animato un dibattito dalla dott.ssa Patrizia Sciolla, per chi desidera fermarsi
sabato 17 ore 18 proiezione in lingua originale; alle 17.30 presentazione del film in lingua inglese

7 nomination all’Oscar

Sinossi

Mildred Hayes (una straordinaria Frances Mc Dormand), dopo mesi trascorsi ad aspettare che la polizia locale trovi il brutale assassino della figlia, decide che è arrivato il momento di rivendicare la giustizia che le è negata. Per questo noleggia tre enormi cartelloni pubblicitari all’entrata di Ebbing, sui quali piazza frasi e domande lapidarie rivolte allo sceriffo Bill Willoughby (Woody Harrelson) . La comparsa di questi manifesti scatenerà una guerra tra Mildred e le forze di polizia.

Altro

Ebbing è lo specchio di una certa provincia americana i cui frammenti, la violenza della polizia, l’ipocrisia della Chiesa, il maschilismo che sfocia nella violenza, farebbero pensare ad un film cupo, ad un nero racconto di morte e violenze. In realtà questo racconto di McDonagh è permeato di umorismo nero e irresistibile, esemplificato dall’ironia letale e dalle pungenti battute di Mildred, cui fanno da contraltare la saggezza e la pacatezza dello sceriffo. É un dramma incalzante, alleggerito dai toni di commedia, ricco di situazioni e battute da applauso, recitato alla perfezione da un cast eccezionale. Il rischio della retorica è dietro l’angolo, ma la bellezza del film è anche quella di evitare i giudizi morali, ribaltando, anzi, le posizioni dei singoli personaggi e privilegiando la comprensione delle umane debolezze e la speranza del cambiamento, una chance che è data a tutti, buoni e cattivi.

In concorso a Venezia 74, il film ha ricevuto (meritatamente) il premio alla miglior sceneggiatura.

Pubblicato il: venerdì, 19 gennaio, 2018
a cura di: Patrizia Basso