Avventura / Commedia / Family /

giovedì 7 dicembre ore 21:00
venerdì 8 dicembre ore 17:30
venerdì 8 dicembre ore 21:00 [VO]
sabato 9 dicembre ore 18:00 [VO]
sabato 9 dicembre ore 21:00
domenica 10 dicembre ore 17:30

Regista

Paul King

Sinossi

Ufficialmente trasferitosi nella mansarda di casa Brown a Windsor Gardens, Paddington (anche questa volta la voce italiana è quella di Francesco Mandelli) è diventato davvero popolare nel quartiere. E la notorietà dell’orso è destinata a crescere nel secondo capitolo delle sue avventure, Paddington 2.

Altro

A tre anni di distanza da Paddington, film campione d’incassi in Inghilterra candidato a due premi BAFTA, l’orsetto che prende il nome da una nota stazione ferroviaria londinese torna al cinema in una nuova avventura sempre diretta da Paul King. Ad inventare il personaggio dal montgomery azzurro e il cappello rosso non è stato certo lui, ma lo scrittore inglese Michael Bond, che lo ha reso protagonista di un libro intitolato “A Bear Called Paddington”, pubblicato nel 1958 da William Collins & Sons e illustrato da Peggy Fortnum. A questo, che raccoglie diverse storie, sono seguiti altri volumi, l’ultimo dei quali (Paddington’s Finest Hour) è uscito nel 2017, l’anno della morte di Bond – scomparso, tra l’altro, proprio l’ultimo giorno delle riprese di Paddington 2.

Molto educato, nonostante l’abitudine a fulminare con lo sguardo chiunque gli mostri disapprovazione, Paddington è “nato” nel Natale del 1956, quando il suo creatore vide, su uno scaffale di un negozio della capitale inglese non lontano da Paddington Station, un solitario orso di pezza. Sembra invece che l’idea del cartellino a mo’ di collana su cui i Brown leggono “Per favore, prendetevi cura di quest’orso. Grazie” (e dell’arrivo in stazione del personaggio) sia balenata nella mente di Bond quando si è ricordato dei bambini che, durante la Seconda Guerra Mondiale, venivano mandati fuori Londra in treno armati di valigia e con una targhetta identificativa intorno al collo.

Fonti: www.comingsoon.it

Pubblicato il: mercoledì, 8 novembre, 2017
a cura di: Daria Pall Calinescu