Drammatico /

giovedì 10 novembre ore 21:00
venerdì 11 novembre ore 21:00

Regista

Ruben Östlund

Nell’ambito della Rassegna “Lo sguardo aperto”

segni di misericordia nel cinema nel teatro nella cultura

Presentazione del film e dibattito venerdì …

Sinossi

In un villaggio sciistico delle Alpi francesi si consuma un dramma esistenzale e famigliare che indaga le debolezze umane e le relazioni tra individui, osservandole nel loro lato più grottesco e inconfessabile ed elargendo gratificanti manciate di caustica ironia. Dal 7 maggio al cinema, Forza maggiore è uno dei film più interessanti dell’anno, che conferma il talento e lo sguardo innovativo di Ruben Östlund, regista svedese che già si era fatto notare a Cannes nel 2011 con Play. E proprio dal Festival della Costa Azzurra Forza maggiore è uscito nel 2014 come vincitore della sezione Un Certain Regard.

Altro

Colpito dai risultati di una serie di ricerche che osservavano un incremento dei divorzi nelle coppie sopravvissute ad un’esperienza fortemente drammatica (un dirottamento o uno tsunami, per esempio), Ostlund raccoglie la suggestione e la trasforma in cinema, innescando un parallelismo tra il percorso inarrestabile di un’emozione e quello del tutto simile di una slavina.
Come nel miglior cinema d’alta montagna, allora, il corpo e la psiche degli attori si muovono in silenziosa corrispondenza con la natura, libera e minacciosa, ma non si pensi ad un film drammatico, perché con Forza maggiore si ride moltissimo. Come in una commedia degli equivoci, infatti, il virus che ha colpito Tomas e Ebba si diffonde rapidamente ad intaccare le certezze dei loro ospiti più giovani, modificandosi per adattarsi alle diverse condizioni della loro coppia ed esacerbare i loro specifici non detti.

Fonti: Panorama,it, Mymovies

Pubblicato il: martedì, 25 ottobre, 2016
a cura di: Oltre il Cristallo
amministrazione